Pubblicato in Bevande
Le 5 tendenze più caratteristiche del mercato delle bevande nel 2018

Secondo Jonathan Davison, analista presso GlobalData, il mercato delle bevande 2018 è stato caratterizzato dalle seguenti tendenze.

1- Diversificazione aziendale: per rispondere al cambiamento delle attitudini dei consumatori più attenti a salute e benessere, i giganti dei soft drink gasati hanno cercato di proteggere le vendite in volumi e valore attraverso la diversificazione di categoria. Con l’obiettivo di diventare un’azienda totale nelle bevande, Coca-Cola ha realizzato una serie di acquisizioni in diversi settori dell’industria oltre a rinnovare il mercato della Diet Coke e della Zero Sugar.

2- Lotta agli scarti delle confezioni: la domanda per soluzioni di confezionamento sostenibile è guidata della collaborazione tra industrie e dall’innovazione aziendale. Oltre 106 marchi hanno siglato il “Plastic Pact” in Gran Bretagna, mentre PepsiCo collabora con Nestlè, Danone e Original Materials nella NaturALL Bottle Alliance. Il 79% dei consumatori ha dichiarato di cambiare le abitudini di acquisto in caso di una tassa sui prodotti in plastica. In Gran Bretagna, governo e industria hanno riflettuto su diverse azioni, quali un vasto schema di cauzione a rendere per i contenitori per bevande. Starbucks ha introdotto un “latte levy” di 5 centesimi sulle tazze in carta monouso, mentre Cralsberg ha lanciato la sua pionieristica soluzione “snap packs” per tenere insieme le confezioni multiple di lattine senza utilizzare i tradizionali anelli in plastica oltre a diverse innovazioni di lattine richiudibili e riutilizzabili.

3- Bevande a base di infuso di cannabis: le bevande funzionali continuano a svolgere un ruolo importante nel mercato delle bevande e i benefici percepiti del cannabidiolo sulla salute guidano la crescita tra i giovani consumatori. Questa emergente sub-categoria ha catturato l’attenzione dei principali attori del mercato e Constellation Brands e Molson Coors, per esempio, hanno fatto investimenti significativi in agosto, mentre Coca-Cola e PepsiCo sono ancora in fase di sviluppo.

4- Fiorente categoria “vegetale”: i vegani e i vegetariani rappresentano solo il 7% della popolazione globale, ma il crescente interesse da parte dei consumatori non vegetariani per queste bevande ha fatto crescere i volumi di questo mercato del 5% nel 2018. Gli sviluppi chiave comprendono anche il rilancio da parte di Coca-Cola degli smoothie senza latte a marchio AdeZ e l’introduzione di una gamma di latti vegetali sotto il marchio Innocent oltre ai nuovi lanci di Starbucks e PepsiCo.

5- Individualismo e personalizzazione: secondo i dati raccolti da GlobalData, i consumatori ricercano esperienze su misura individuali con il 61% che esprime il desiderio di creare i propri prodotti. Nel mercato del fresco, Salt ‘n’ Shake di Walkers fornisce un buon esempio di come lavori questo concetto e alcuni marchi di soft drink stanno ora includendo opzioni simili. Kolibri Drinks ha lanciato una gamma di prodotti che consente ai consumatori di personalizzare l’aroma e la dolcezza utilizzando un dolcificante a base di sciroppo contenuto nel tappo. Questo concetto potrebbe essere adottato dai formato ready-to-drink fornendo ai consumatori una maggiore scelta e la personalizzazione con convenienza.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.


Copyright © 1998 - © 2019 Chiriotti Editori S.r.l. Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy | Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480
Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010 | info@foodexecutive.it
Disclaimer | Website by Marco Riccardi
Utilizziamo i cookie per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito.
Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok