Pubblicato in Nutrizione
La pasta non solo fa bene, ma mantiene snelli

Si parla spesso male dei carboidrati in relazione alla problematica dell’obesità. Oggi un nuovo studio pubblicato su BMJ Open smentirebbe questa correlazione, riabilitando la pasta ad alimento fondamentale.

La ricerca è stata effettuata presso il St. MIchael’s Hospital e guidata da John Sievenpiper e dall’italiana Laura Chiavaroli. Insieme ad alcuni collaboratori hanno raccolto i dati relativi a 2500 persone che consumavano pasta (invece che altri carboidrati) all’interno di una dieta a basso indice glicemico. I partecipanti allo studio consumavano in media 3,3 porzioni di pasta la settimana.

“Lo studio ha evidenziato che la pasta non facilita l’aumento di peso, anzi in media i partecipanti hanno registrato un piccolo calo di peso”. La pasta, se consumata all’interno di uno schema alimentare salutare, non ha alcuna incidenza negativa sul peso. 

 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.


Copyright © 1998 - © 2019 Chiriotti Editori S.r.l. Tutti i diritti riservati
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy | Tel. +39 0121.393127 - Fax +39 0121.794480
Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010 | info@foodexecutive.it
Disclaimer | Website by Marco Riccardi
Utilizziamo i cookie per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito.
Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok