PARTNERS

Le nanoparticelle aggiunte alle bevande potrebbero causare danni ambientali

Le nanoparticelle stanno diventando ubiquitarie nelle confezioni alimentari e nei prodotti per l’igiene personale oltre a essere anche aggiunti direttamente agli alimenti. Ma gli effetti sulla salute e sull’ambiente di questi additivi rimangono largamente sconosciuti. Un nuovo studio suggerisce che i nanomateriali contenuti negli alimenti e nelle bevande potrebbero interferire con le cellule dell’apparato digerente e portare al rilascio di sostanze potenzialmente dannose all’ambiente (ACS Sustainable Chemistry & Engineering, 2014, 2 (7), pagg. 1616-1624).
Ricercatori dell’Università dell’Arizona, USA, fanno notare che i produttori di alimenti e bevande utilizzano le nanoparticelle dentro o sui loro prodotti per molte ragioni. Nelle confezioni, possono fornire resistenza, controllare lo scambio gassoso e fare da barriera contro microbi indesiderati. Come additivi negli alimenti e nelle bevande, possono prevenire la formazione di agglomerati, trasportare nutrienti e impedire la crescita batterica. Ma, aumentando l’uso delle nanoparticelle, diventa maggiore la probabilità che i consumatori assorbano alcuni di questi materiali attraverso la pelle, li inalino e li ingeriscano. Ciò che non è digerito passa, attraverso urina e feci, nei sistemi di scarico.
I primi studi sui nanomateriali suggeriscono che questi potrebbero essere dannosi e i ricercatori americani hanno testato in laboratorio gli effetti di 8 bevande commerciali contenenti nano-metalli o particelle simili ai metalli su cellule intestinali umane. Le bevande hanno modificato la normale organizzazione e diminuito il numero dei microvilli. Negli esseri umani, se si presenta questo effetto quando le bevande attraversano il tratto gastrointestinale, si potrebbe avere una digestione incompleta o diarrea. L’analisi dei rifiuti contenenti queste particelle suggerisce che molti di questi materiali stanno affiorando nelle acque superficiali e potrebbero causare problemi per la salute degli esseri viventi acquatici.

LATEST NEWS

È uscito il nuovo numero di “Industrie delle Bevande”

  In questo numero, potete trovare altre novità viste al BrauBeviale, tra efficienza, economia circolare, tecnologia digitale, e il reportage della visita organizzata da Vinventions...

Regolamento UE 2024/1002 sui tenori massimi di perclorato nei fagioli

  Regolamento (UE) 2024/1002 della Commissione, del 4 aprile 2024, che modifica il regolamento (UE) 2023/915 per quanto riguarda i tenori massimi di perclorato nei fagioli (Phaseolus...

È uscito il numero di aprile di “Industrie Alimentari”

  In questo numero, pubblichiamo uno studio sul prodotto caseario Giuncata PAT Primo Sale Formaggio, per cercare di recuperarne una versione più vicina possibile all’antico...

ASCOLTATE IL PODCAST DI "ALIMENTI FUNZIONALI"

DOVE TROVARE LE NOSTRE RIVISTE

11-14/04/2024 - COLONIA, GERMANIA
17/04/2024 - BERGAMO
30/04-02/05/2024 RIYADH, ARABIA
7-10/05/2024 - PARMA
7-10/05/2024 - BARCELONA, SPAGNA
14-16/05/2024 - GINEVRA, SVIZZERA
28-29/05/2024 - MONACO, GERMANIA
28-30/05/2024 PARMA
6-7/06/2024 - PARMA
12-15/06/2024 - BANGKOK, TAILANDIA
18-21/06/2024 - SHANGHAI, CINA
8-12/09/2024, RIMINI
24-26/09/2024 - NORIMBERGA, GERMANIA
9-12/10/2024 - MILANO
16-17/10/2024 - VERONA
5-7/11/2024 - DUBAI, EAU
6-7/11/2024 LA ROCHELLE, FRANCIA
12-15/11/2024 MILANO
18-20/11/2024 - SAHANGHAI, CINA
19-21/11/2024 - FRANCOFORTE, GERMANIA
24-26/11/2024 - NORIMBERGA, GERMANIA
26-28/11/2024 BORDEAUX, FRANCIA
18-22/01/2025 - RIMINI
2-5/02/2025 - COLONIA, GERMANIA
5-7/02/2025 - BERLIN, GERMANIA
23-25/02/2025 - BOLOGNA
27-30/05/2025 - MILANO

CATALOGO LIBRI

CATALOGO RIVISTE