PARTNERS

Oro bianco

“Oro Bianco”, è proprio così che chiamavano il sale parecchio tempo fa, e forse una ragione c’era! Sin dal 3.000 a.c. sono noti i molteplici utilizzi del sale, considerato allora anche più prezioso dell’oro stesso.
Il sale nel passato costituiva un bene talmente importante che alcuni suoi denominali sono ancora in uso oggigiorno:  i latini lo chiamavano “sal”, dal quale deriva “salus” che significa salute, ma anche ”salario”, che deve il proprio nome all’utilizzo che se ne faceva nell’antica Roma come metodo di pagamento dei soldati delle legioni. Anche la conosciutissima “Via Salaria” a Roma, che funge da collegamento con l’Adriatico, prende questo nome proprio perché destinata al trasporto del sale. Il Sale è da sempre conosciuto e apprezzato per i suoi molteplici utilizzi, primo fra tutti: la conservazione e salagione degli alimenti, tradizione tramandata sin dai tempi più remoti.
Purtroppo i tempi in cui il Sale veniva considerato Oro Bianco son passati ed ora esso non è più inteso in una tale accezione così carica di valore.
Però per Atisale SpA, il più grande produttore di Sale Marino Italiano, l’Oro Bianco esiste ancora, ed è proprio per questo che desidera approfondire, insieme alla propria affidabile clientela, un percorso di divulgazione tecnica che faccia conoscere l’intera filiera produttiva e tutte le caratteristiche del Sale Marino Alimentare, in chimica chiamato Cloruro di Sodio (NaCl).
Con i suoi 4500 ettari di superficie, la Salina di Margherita di Savoia (BT), rappresenta la più grande Salina d’Europa. Qui sono coltivati ogni anno circa 500.000 tonnellate di “oro bianco”, destinato ai vari utilizzi, dall’industria alimentare, alla GDO, alla produzione no food, ai servizi idrici ed al disgelo stradale, in cui il sale aiuta a mantenere le strade sicure durante la stagione invernale.
Dall’entrata dell’acqua di mare all’interno dei bacini fino alla raccolta finale, si è impegnati, giorno dopo giorno, in un attento e scrupoloso lavoro fatto di passione, sacrificio e professionalità. 
Proprio grazie alla meticolosa attività di controllo, ad una filiera produttiva interamente italiana ed al mix valoriale che contraddistingue l’azienda, è stato possibile ottenere un prodotto finito d’eccellenza, senza ombra di dubbio la miglior qualità attualmente presente sul mercato.
È dall’insieme di tutti questi fattori tangibili e intangibili che nasce “Cuor di Mare”, il primo sale marino Extravergine e 100% italiano, specifico per la grande distribuzione, dove ha riscontrato un interesse sempre crescente fra gli operatori del settore.
A premiare l’operato di Atisale è stata l’Azienda “Marketing e Innovazione Italia” tramite l’elezione di “Cuor di Mare” come “Prodotto dell’Anno”, in quanto considerato prodotto ad alto contenuto innovativo.
Questo primo riconoscimento chiaramente indica che la strada intrapresa è quella giusta, anche se i margini di miglioramento sono sempre molto ampi.
Le risorse finanziare destinate al settore R&S nei prossimi tre anni, consentiranno progressivi miglioramenti del sistema produttivo, in parte già intrapresi in questi anni, i quali saranno accompagnati dal sempre più forte spirito collaborativo tra gli uomini e le donne che costituiscono la società.
In una visione di continuo miglioramento, l’azienda Atisale ha deciso di attivare un nuovo canale attraverso cui potersi interfacciare con la clientela: sono in programma una serie di incontri che, di volta in volta, saranno indirizzati verso una specifica componente del mercato di riferimento; intraprenderemo tale percorso rivolgendoci in un primo momento alle aziende dell’industria alimentare, dove verrà illustrato, tutto il ciclo produttivo del sale marino, dall’entrata dell’acqua di mare all’interno dei bacini, alla coltivazione, alla raccolta ed alla distribuzione.
Ci soffermeremo ampiamente sui parametri chimico-fisici di riferimento e sul motivo per cui, per alcune lavorazioni, risulta più opportuno utilizzare un sale piuttosto che un altro.
Questo, come detto precedentemente, rappresenta un primo momento di quello che crediamo debba diventare un rapporto di collaborazione fattiva tra consumatore e azienda.
Vogliamo e crediamo di poter valorizzare un prodotto che negli anni è stato “bistrattato”, e a cui sempre più frequentemente non gli è stato riconosciuto il giusto valore.
“Ma portare il sale, dalla salina alle vostre aziende, comporta molto impegno e molta fatica.
Proprio per questo se in passato il Sale veniva indicato con il termine “oro bianco” un motivo c’era… basta non dimenticarlo!”

LATEST NEWS

Regolamento UE 2024/1451 su alcuni additivi alimentari

  Regolamento (UE) 2024/1451 della Commissione, del 24 maggio 2024, che modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 1333/2008 del Parlamento europeo e del...

Enoberg festeggia 40 anni!

  1984-2024: una storia di coraggio e di passione   Nel 2024 ENOBERG spegne 40 candeline. Un traguardo importante che premia l'impegno, la professionalità e la determinazione di...

Regolamento UE 2024/1439 sui livelli massimi di residui di alcuni antiparassitari in alimenti

    Regolamento (UE) 2024/1439 della Commissione, del 24 maggio 2024, che modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del...

ASCOLTATE IL PODCAST DI "ALIMENTI FUNZIONALI"

DOVE TROVARE LE NOSTRE RIVISTE

8-12/09/2024, RIMINI
24-26/09/2024 - NORIMBERGA, GERMANIA
9-12/10/2024 - MILANO
16-17/10/2024 - VERONA
5-7/11/2024 - DUBAI, EAU
6-7/11/2024 LA ROCHELLE, FRANCIA
12-15/11/2024 MILANO
18-20/11/2024 - SAHANGHAI, CINA
19-21/11/2024 - FRANCOFORTE, GERMANIA
24-26/11/2024 - NORIMBERGA, GERMANIA
26-28/11/2024 BORDEAUX, FRANCIA
18-22/01/2025 - RIMINI
2-5/02/2025 - COLONIA, GERMANIA
5-7/02/2025 - BERLIN, GERMANIA
16-18/02/2025 - RIMINI
23-25/02/2025 - BOLOGNA
16-18/03/2025 - DÜSSELDORF, GERMANIA
18-22/05/2025 - DÜSSELDORF, GERMANIA
27-30/05/2025 - MILANO

CATALOGO LIBRI

CATALOGO RIVISTE